Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I bambini e i giovani vanno protetti, in particolare dai pericoli di internet: lo afferma, in un documento presentato oggi a Berna, il Partito popolare democratico, che punta il dito contro nuovi rischi quali lo stalking, ossia le molestie assillanti, o il grooming, l'adescamento dei minori attraverso il web.

L'accettazione a larga maggioranza lo scorso maggio dell'iniziativa di Marche Blanche contro la pedofilia dimostra quanto la protezione della gioventù sia un tema molto sentito dalla popolazione, afferma in un comunicato il PPD.

Stalking e grooming devono perciò diventare reati penali. I pedofili che adescano minorenni in rete vanno puniti severamente e la pedocriminalità in internet va combattuta in modo sistematico.

Il PPD sostiene che per meglio proteggere i bambini sono necessari "cyber" corpi di polizia specialmente formati. Necessaria anche una legge specifica sui "social media" per impedire che la rete diventi un'arma del crimine. Prioritaria è inoltre la prevenzione del suicidio, della tossicomania e dell'anoressia.

SDA-ATS