Navigation

PS: solidarietà per uscire dalla crisi, ultima assemblea Levrat

Christian Levrat: la crisi dovuta al nuovo coronavirus ha smentito chi è a favore di poco Stato e di molta liberalizzazione economica. KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 giugno 2020 - 14:05
(Keystone-ATS)

Solidarietà e un forte servizio pubblico per superare le conseguenze della crisi dovuta al nuovo coronavirus. Sono queste le linee guida proposte dal Partito socialista (PS) nel corso dell'assemblea dei delegati tenutasi oggi online, su Youtube.

La solidarietà dimostrata dal popolo svizzero durante la crisi non deve fermarsi una volta l'emergenza finita, ha sottolineato in apertura il consigliere agli Stati friburghese, alla sua ultima assemblea. "Il servizio pubblico è l'incarnazione di questa solidarietà istituzionale". Solo lo Stato poteva mobilitare tali risorse nei settori della salute, dell'economia e della sicurezza, ha aggiunto.

Anche la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha voluto porre l'accento sull'impegno di uomini e donne durante la pandemia. "Infermieri, venditori, formatori, impiegati postali o negli asili nodo. Lavorano tutti duramente ma guadagnano poco. Ecco perché li difendiamo, per migliori condizioni di lavoro e salari equi", ha detto la consigliera federale. Dopo il lockdown, secondo la ministra le cose non devono continuare come prima. "Voglio posizionare meglio la Svizzera", ha rilevato. "Se la crisi ha mostrato qualcosa, è l'importanza del servizio pubblico".

L'altro consigliere federale socialista, Alain Berset, ha da parte sua posto l'accento sull'importanza di "mostrare maggiore solidarietà nei confronti delle donne che lavorano a tempo parziale, che faticano a sbarcare il lunario e svolgono la maggior parte delle faccende domestiche". Il ministro dell'interno ha poi ricordato l'operato del governo in ambito sociale, con progetti come la rendita ponte destinata ai disoccupati over 60, la riforma dell'AI e il congedo paternità.

Con 160 voti favorevoli 3 contrari e 3 astensioni il partito ha poi deciso di sostenere l'iniziativa in favore di una 13ma rendita AVS. Il PS ha proseguito con le raccomandazioni in vista delle votazioni federali del 27 settembre. Il partito si oppone all'iniziativa UDC "per un'immigrazione moderata (iniziativa per la limitazione)" e al credito di 6 miliardi di franchi per l'acquisto di nuovi aerei da combattimento.

Un congedo paternità di due settimane, per quanto minimo, è comunque un passo nella giusta direzione per raggiungere una società più egualitaria, secondo i delegati del PS. I delegati hanno inoltre respinto quello che definiscono un "regalo fiscale per le famiglie facoltose", contenuto nella modifica legislativa relativa al trattamento fiscale delle spese per la cura dei figli da parte di terzi. Respinta anche la revisione della legge sulla caccia adottata dalle Camere federali.

I delegati hanno infine adottato una serie risoluzioni, in particolare per uscire dalla crisi facendo leva sulla solidarietà, e contro la raccolta a pagamento di firme per iniziative e referendum.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.