Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Per tutti, senza privilegi!": il PS ha presentato oggi lo slogan e la piattaforma per le elezioni federali 2011. Per cambiare la Svizzera nei prossimi dieci anni sostiene dieci progetti.

Abbiamo fatto tesoro degli insegnamenti della campagna del 2007 e proponiamo progetti "molto concreti, assolutamente vicini alle preoccupazioni della popolazione", ha sottolineato il presidente del PS Christian Levrat. Non vi è un ordine prioritario: si tratta di farli vivere durante l'intera campagna.

Non vi sono priorità nuove

Tutti i temi sono socio-economici e in linea con le posizioni recentemente difese dal partito. Tra gli obiettivi figura l'uscita dal nucleare a favore delle energie rinnovabili che il PS intende concretizzare con il prossimo deposito dell'iniziativa popolare "Cleantech", alla quale mancano soltanto 5000 firme. Altre iniziative: quella per una cassa malattia unica e quella per un salario minimo.

Nel nome dell'uguaglianza delle opportunità, i socialisti vogliono battersi per alloggi "accessibili", per una scuola pubblica a orario continuato e per una formazione continua accessibile a tutti. Nel menu socialista figura anche la lotta contro l'aumento dell'età di pensionamento in favore di una AVS dopo 42 anni di contributi.

Per una condivisione più equa delle ricchezze, il partito rivendica un'imposta sulle successioni e un servizio pubblico forte al posto di programmi di risparmio miopi. Infine, il PS vuole a ogni costo regolare la piazza finanziaria per evitare che banche e speculatori tengano in ostaggio l'economia reale.

Esercito ed Europa non citati

Nessuna parola è invece stata spesa sull'adesione all'Unione europea, né sulla soppressione dell'esercito, sebbene i due temi siano iscritti tra gli obiettivi del partito. L'apertura di negoziati con l'UE non raccoglie una maggioranza politica, ma ciò resta un obiettivo a lungo termine, ha giustificato Levrat, precisando che "la riforma dell'esercito non fa parte delle nostre priorità".

Il PS soprassiede pure alla tematica delle migrazioni. Secondo il suo presidente, non serve a nulla tenere discussioni di fondo pro o contro gli stranieri, come fanno l'UDC e il PLR. Occorre risolvere i problemi migliorando la coabitazione e garantendo un'equa suddivisione delle ricchezze.

Il Partito socialista spera di riconquistare voti tra la classe media e gli operai. Scenderà in campo prestando particolare attenzione alle piccole città di 10'000-30'000 abitanti. Diversamente dal 2007, la campagna del PS sarà nazionale. Il partito dispone di un bilancio di 1,5 milioni di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS