Navigation

Psicologia: dire al capo cosa si pensa di lui fa bene

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2010 - 19:51
(Keystone-ATS)

LONDRA - Dire al proprio capo quello che si pensa di lui fa bene alla salute e permette al capo di migliorare il proprio atteggiamento, secondo uno studio presentato oggi dalla Società britannica di psicologia.
Le aziende dovrebbero essere incoraggiate ad offrire ai proprio dipendenti la possibilità di valutare regolarmente i proprio superiori gerarchici al fine di avere "lavoratori soddisfatti, in buona salute e non stressati", sostiene lo studio, presentato a Brighton, cittadina turistica nel sud dell'Inghilterra.
"Quando i dirigenti ricevono dei commenti dai loro sottoposti, sono più inclini a modificare il proprio stile di gestione", scrivono gli autori dello studio. Inoltre, "gli impiegati che possono esprimersi liberamente con i propri capi riescono a scaricare lo stress. E lo stress è una delle cause principali delle assenze per malattia", rivela Emma Donaldson-Feilder, una degli esperti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.