Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Puntare raggi laser contro i piloti di elicotteri è un atto pericoloso e punibile. Il fenomeno interessa sempre di più i piloti degli elicotteri di salvataggio della Rega. Il pericolo per gli equipaggi e per i pazienti è grande, avverte la Guardia aerea svizzera di soccorso (Rega).
Un semplice puntatore laser, come quelli che si usano per le presentazioni, può disturbare un pilota che vola a quota media. Il pericolo aumenta con l'uso di modelli più potenti, come ad esempio quelli impiegati per le misurazioni del terreno.
Il fenomeno è ben noto anche all'Ufficio federale per l'aviazione civile (UFAC), che nel 2009 ha registrato 40 casi di attacchi laser. Nell'anno in corso questa cifra è destinata ad essere ampiamente superata. La Rega ha registrato l'anno scorso 6 casi e quelli segnalati nei primi otto mesi di quest'anno sono già 10.
Ad essere particolarmente a rischio sono le elibasi della Rega dell'Altopiano, che si trovano spesso in missione di notte. In Ticino - prosegue la nota - non ci sono invece finora state segnalazioni di attacchi contro eliambulanze della Rega.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS