Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Adele, Bono, Madonna, Yoko Ono, Radiohead, Dido, Patti Smith, Bruce Springsteen e Sting sono fra gli oltre 100 artisti di fama mondiale che hanno aderito a un appello per la liberazione delle due componenti tuttora detenute del gruppo punk russo Pussy Riot. Lo ha annunciato oggi Amnesty International.

In una lettera aperta, i musicisti esprimono il proprio sostegno alle due giovani donne e "indignazione per l'iniquità del processo" intentato nei loro confronti dopo la dissacratoria preghiera punk anti-Putin filmata mesi fa nella cattedrale ortodossa di Mosca.

"Pur capendo che protestare in un luogo di culto possa turbare le sensibilità, chiediamo alle autorità russe di rivedere le sentenze molto pesanti emesse, facendo sì che possiate tornare dai vostri figli, dalle vostre famiglie, alle vostre vite", si legge nell'appello, promosso da Amnesty nell'ambito della campagna per la liberazione delle Pussy Riot incarcerate: Maria (Masha) Alekhina, 25 anni, e Nadezhda (Nadia) Tolokonnikova, 23.

In settimana si terrà l'udienza d'appello sull'eventuale libertà vigilata delle due musiciste, ricorda Amnesty.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS