I missili a raggio corto e intermedio (prima vietati dal trattato INF, ndr) che gli Usa pianificano di dislocare in Asia sono in grado di colpire il territorio russo.

Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin sottolineando che Mosca non è felice per come si sta evolvendo la situazione.

Putin ha anche precisato che riprenderà lo sviluppo da parte russa di questi missili dato che gli Stati Uniti lo stanno facendo. Lo riporta l'agenzia Interfax.

"I funzionari del Pentagono hanno già annunciato piani per dispiegare i missili a corto e medio raggio in Asia. Lo hanno affermato nero su bianco e sono in corso negoziati con il Giappone e la Corea del Sud", ha detto Putin.

"È chiaro chi sarà l'obiettivo numero uno in questo caso. Noi non siamo contenti perché questi piani influenzeranno anche noi. Voglio dire, vedremo dove verranno piazzati i missili ma il territorio russo sarà comunque all'interno della loro gittata. Quindi tali mosse non migliorano il livello di sicurezza internazionale ma, al contrario, lo danneggiano", ha detto Putin. Gli Stati Uniti hanno continuato ad accusare la Russia di violare il Trattato sulle forze nucleari a raggio intermedio (INF) ma "hanno testato un missile a raggio intermedio solo tre mesi dopo la loro uscita dal trattato", ha notato Putin.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Come votano gli Svizzeri all'estero? Partecipa al sondaggio SSR !

Come votano gli Svizzeri all'estero? Partecipa al sondaggio SSR !

Come votano gli Svizzeri all'estero? Partecipa al sondaggio SSR !

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.