Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Io ho sempre pensato che russi e ucraini siano un unico popolo e lo penso anche adesso". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin intervenendo a un concerto sotto le mura del Cremlino per celebrare il primo anniversario dell'annessione della Crimea da parte di Mosca.

"Il nazionalismo estremo - ha affermato Putin puntando evidentemente il dito contro il governo ucraino - è sempre pericoloso e dannoso, e sono sicuro che il popolo ucraino valuterà in modo obiettivo coloro che hanno portato il Paese allo stato attuale". Il leader del Cremlino ha quindi dichiarato che la Russia "farà di tutto per ripristinare i rapporti normali tra i due Stati".

Oltre ad aver strappato la Crimea all'Ucraina con un'operazione militare e un referendum controverso, la Russia è anche accusata di sostenere militarmente i separatisti del sudest ucraino con armi e uomini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS