Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente russo Vladimir Putin si è intrattenuto oggi con il suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan a San Pietroburgo.

KEYSTONE/AP/ALEXANDER ZEMLIANICHENKO

(sda-ats)

La questione siriana richiederà un incontro speciale separato. Per quanto riguarda il progetto per il gasdotto Turkish Stream, la Turchia si dice pronta a fornire gas russo all'Europa.

Questi i primi risultati del colloquio tra il presidente russo Vladimir Putin con l'omologo turco Recep Tayyip Erdogan a San Pietroburgo.

Spiegando che le parti hanno deciso di affrontare il dossier della Siria attraverso un incontro dei ministri degli Esteri e dei dirigenti dei servizi segreti, Putin ha detto: "Ci scambieremo informazioni e cercheremo una soluzione". Erdogan ha invece sottolineato che la Turchia intende "sviluppare rapporti con la Russia nel settore della Difesa", senza tuttavia fornire ulteriori dettagli.

Turkish Stream

La Turchia è inoltre pronta a fornire gas russo all'Europa rilanciando il progetto per la realizzazione del gasdotto Turkish Stream. Lo ha dichiarato il presidente turco.

Il leader del Cremlino ha salutato la decisione come positiva. Erdogan ha poi sottolineato che "abbiamo la volontà politica di riportare le relazioni con la Russia al livello pre-crisi o persino a un grado più elevato".

I lavori per il primo tratto del gasdotto Turkish Stream, per unire Russia e Turchia, saranno terminati nella seconda metà del 2019. Lo ha detto il ministro dell'Energia russo Aleksandr Novak, a margine dell'incontro tra i due leader a San Pietroburgo. Novak ha inoltre dichiarato che sono già iniziati i colloqui tra Gazprom e la parte turca per il gasdotto. "Senza le garanzie europee, si può trattare solo la prima parte del metanodotto", ha precisato il ministro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS