Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La compagnia aerea australiana Qantas ha registrato un utile netto di 206 milioni di dollari australiani (154 milioni di franchi) nella prima metà dell'anno finanziario 2014-15. Si tratta del miglior dato semestrale in quattro anni, che segna la ripresa dopo la perdita record di 2,6 miliardi nell'anno 2013-14.

Al risultato hanno contribuito i più bassi costi di carburante e l'abolizione della tassa sulle emissioni varata lo scorso luglio, oltre a più forti entrate in tutte le divisioni della compagnia.

Il direttore esecutivo della Qantas, Alan Joyce, ha indicato il massiccio programma di ristrutturazione della compagnia come "fattore decisivo", che ha fruttato benefici per 374 milioni di dollari nei primi sei mesi dell'anno finanziario. Un programma di tre anni che prevede il taglio di 5000 posti di lavoro.

I sindacati chiedono però che la compagnia riconosca che il ritorno in attivo non si sarebbe raggiunto senza i sacrifici sopportati dai lavoratori: "la Qantas ha tagliato i lavori a tempo pieno e li ha sostituiti con part-time. È attraverso il duro lavoro dei dipendenti e la loro lealtà che la compagnia ha svoltato, ed è ora siano ricompensati con la sicurezza del posto di lavoro", ha detto il segretario della Transport Workers Union, Tony Sheldon.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS