Un gruppo non identificato di persone ha costretto sabato i dipendenti di Qatar Airways a chiudere l'ufficio di rappresentanza nell'aeroporto internazionale di Tripoli e di sospendere tutti i voli. In un comunicato il Ministero degli Interni libico ha condannato la chiusura forzata dell'ufficio della compagnia di bandiera qatariota definendola un atto "vergognoso" che riflette soltanto il punto di vista di coloro che l'hanno perpetrato e manda un messaggio sbagliato alla comunità internazionale e alle società straniere. La compagnia aerea aveva già sospeso i voli su Bengasi a giugno sotto pressione di un altro gruppo. Il governo qatariota è accusato da una parte dei libici di appoggiare i Fratelli musulmani in Libia

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.