Navigation

Quasi 8 milioni di abitanti in Svizzera, meno residenti in Ticino

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto 2011 - 12:30
(Keystone-ATS)

Quasi otto milioni di persone vivevano in Svizzera alla fine dello scorso anno, l'1,1% in più rispetto al 2009. Di questi, un quarto è nato all'estero e si è trasferito in seguito nel nostro paese. Stando ai primi risultati definitivi del nuovo censimento basato sui registri amministrativi, pubblicati oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST), il Ticino è uno dei pochi cantoni a registrare un calo di residenti.

Il 31 dicembre 2010 la popolazione residente permanente ha raggiunto quota 7'870'100 persone. Questa cifra - spiega l'UST - comprende sia gli svizzeri che gli stranieri che vivono nel nostro paese. Sono invece esclusi i titolari di un permesso per dimoranti temporanei e i richiedenti l'asilo che abitano in Svizzera da meno di un anno (in totale 70'800 persone).

L'incremento registrato lo scorso anno, +1,1% (84'300 persone), è simile a quello degli anni 2009 e 2007, ma inferiore alla crescita record del 2008 (+1,4%). Solo quattro cantoni sono in controtendenza: quello che perde più residenti è Basilea Città (-2948, pari al l'1,6%), seguito dal Ticino dove la popolazione residente è passata a 335'720 a 333'753 (-1967, pari allo 0,6%). Diminuzioni minime sono state registrate anche nel Giura (-102, -0,1%) e in Appenzello esterno (-26). Nei Grigioni invece la popolazione è aumentata leggermente (+0,4%) raggiungendo quota 192'621.

Gli stranieri residenti in Svizzera erano 1'766'300 persone, 52'300 in più rispetto a fine 2009, e rappresentavano il 22,4% della popolazione residente totale, contro il 22,0% nel 2009. La maggior parte proviene da paesi membri dell'Unione europea. I gruppi nazionali più rappresentati sono italiani (16,3%) e tedeschi(14,9%), seguiti da portoghesi (12,0%) e serbi (6,9%).

Per la prima volta dopo il censimento federale del 2000, la nuova statistica della popolazione e delle economie domestiche (STATPOP) fornisce anche dati sul luogo di nascita. Il 73,6% della popolazione residente è nato in Svizzera e di questi il 93,6% è di nazionalità elvetica. Gli stranieri di seconda o terza generazione, che non hanno un passaporto rossocrociato, erano 369'700, pari al 6,4%. I residenti nati all'estero erano in totale 2'075'200 (26,4%): il 32,7% è di nazionalità svizzera e il 67,3% straniera.

Circa la metà della popolazione residente (44,5%) si concentra in comuni di oltre 10'000 abitanti, il cui numero è salito da 119 a 139 fra il 2000 e il 2010, e un residente su otto (in totale 975'700 persone) abita in una delle cinque maggiori città: Zurigo, Ginevra, Basilea, Losanna e Berna. Fra i 2584 comuni politici svizzeri, il più grande risulta essere Zurigo con 372'900 abitanti, il più piccolo Corippo, in Val Verzasca, con solo 12 residenti. Dei cinque comuni più piccoli, due sono ticinesi (oltre a Corippo, Gresso con 31 abitanti) e due grigionesi (Pigniu con 28 abitanti e Mulegns con 30).

La statistica STATPOP fornisce anche dati sul domicilio secondario. Alla fine del 2010 135'300 persone soggiornavano in un comune diverso da quello di residenza per almeno tre mesi all'anno per varie ragioni, fra cui la frequentazione di una scuola, un ricovero in ospedale o la detenzione in carcere. Quasi la metà (48,3%) delle persone con un domicilio secondario hanno un'età compresa tra 15 e 29 anni (65'300) e il 12,2% (16'500) ha 80 anni e più.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?