Navigation

Quote rosa: parlamento Ue, 40% di donne nei Cda entro 2020

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 luglio 2011 - 18:26
(Keystone-ATS)

Entro il 2020 i consigli di amministrazione delle imprese europee dovranno essere composti per il 40% da donne. È quanto ha chiesto il Parlamento europeo con l'approvazione a larga maggioranza (534 voti a favore, 109 contrari e 29 astenuti) di una risoluzione che invita tutti i Paesi membri a elaborare politiche che assicurino una maggiore partecipazione femminile nel mondo degli affari.

Oggi le donne rappresentano solo il 10% dei componenti dei Cda delle più grandi società quotate in borsa nell'Ue. Per rafforzare la loro partecipazione alla direzione delle imprese, gli eurodeputati chiedono alla Commissione europea di proporre una legislazione che introduca quote minime di presenza delle donne negli organi dirigenti. L'obiettivo è arrivare al 30% nel 2015 e al 40% nel 2020. L'Europarlamento invita, in particolare, le autorità nazionali dei Ventisette a introdurre misure specifiche "che consentano di conciliare la vita familiare con quella professionale".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?