Il controverso procuratore generale della Confederazione Michael Lauber può legittimamente sperare in una raccomandazione per la rielezione da parte della Commissione giudiziaria.

Il consigliere nazionale Matthias Aebischer (PS/BE) ha dichiarato che per ora non ci sono indicazioni che Lauber abbia deliberatamente o per negligenza gravemente violato i doveri d'ufficio.

"Dovrebbe esserci qualcosa sul tavolo che dimostri da un punto vista giuridico che il signor Lauber abbia intenzionalmente o per negligenza gravemente violato i suoi doveri d'ufficio. E per quanto ne sappia io non è il caso, o perlomeno non ci sono indizi", ha detto Aebischer durante il programma HeuteMorgen della radio della Svizzera tedesca SRF. Il deputato bernese è membro della Commissione giudiziaria e presiede la sottocommissione incaricata del dossier dell'elezione del procuratore generale della Confederazione.

Se lo stato attuale delle conoscenze non dovesse cambiare, la Commissione non può fare altro che raccomandare la rielezione di Lauber, ha continuato Aebischer. È appunto alla fine del mese che la Commissione deciderà se raccomandare la rielezione di Lauber, finito nella tormenta in seguito alla sua gestione del procedimento relativo alla Federazione internazionale di calcio (FIFA).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.