Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera è il posto ideale per creare delle start-up, ma sono pochi gli interessati a lavorare in una di queste aziende, secondo un sondaggio (foto d'archivio).

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

La Svizzera è il posto ideale per creare delle start-up, ma sono pochi gli interessati a lavorare in una di queste aziende.

Secondo un sondaggio condotto da Randstad, società specializzata nella intermediazione di personale, il 70% degli svizzeri consiglia il proprio Paese a chi desidera fondare una di queste nuove imprese.

I vantaggi di una start-up sono la libertà di decisione, la rapida messa in atto di idee e una forte dinamicità, afferma in una nota odierna Randstad. La Svizzera è inoltre al primo posto in Europa per quanto riguarda il sostegno dei poteri pubblici alle start-up.

Solo il 42% degli intervistati ha però ammesso di voler lavorare per una di queste aziende. Tale percentuale si trova al di sotto della media globale del 50% e in Svizzera solo gli uomini nella fascia d'età tra 18 e 34 anni hanno risposto "sì" in questa misura.

Uno dei fattori più importanti nella scelta di un impiego si è rivelato essere la sicurezza del lavoro ed è per questo motivo che i candidati esitano a rivolgersi a una start-up, si legge nel comunicato.

Agli intervistati è stato inoltre chiesto se fossero interessati a lavorare in una PMI, in questo caso la Svizzera si è rivelata leader mondiale con il 79% di "sì".

SDA-ATS