Navigation

Rapporto, 'GB nel mirino della Russia'

Londra accusa Mosca di voler interferire nella sue politiche. KEYSTONE/AP/MATT DUNHAM sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 luglio 2020 - 12:39
(Keystone-ATS)

La Gran Bretagna è "uno dei principali obiettivi della Russia" per il suo ruolo centrale nella "lobby occidentale anti-Mosca" e per la sua vicinanza con gli Usa.

Lo sostiene un rapporto del Comitato britannico di Intelligence e Sicurezza pubblicato oggi che chiede al governo di Londra "un'azione immediata" per aiutare i servizi a fermare questo "abile avversario".

Il rapporto della Commissione Intelligence e Sicurezza della Camera dei Comuni, riporta la Bbc, accusa inoltre il governo di Londra di "accogliere a braccia aperte" gli oligarchi russi.

Downing Street è stata accusata di aver ritardato l'uscita del rapporto per non condizionare le elezioni di dicembre. Alla presentazione dell'inchiesta oggi uno dei membri del comitato, Kevan Jones, ha ribadito le critiche al premier Boris Johnson che, ha detto, "non aveva ragioni per ritardarne l'uscita".

Il Cremlino smentisce

Il Cremlino respinge però le accuse di interferenze nella politica britannica. Commentando il rapporto, il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, ha dichiarato che "la Russia non si è mai intromessa nei processi elettorali di nessun Paese del mondo, né negli Stati Uniti né nel Regno Unito né in altri Paesi".

"Noi - ha proseguito Peskov - non lo facciamo e non tolleriamo quando altri Paesi cercano di interferire nelle nostre questioni politiche. Anche se questo rapporto conterrà alcune effimere accuse, già ora scommetto che esse saranno basate sul nulla, saranno di nuovo delle accuse infondate".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.