Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente cubano Raul Castro sarà ricevuto oggi all'Eliseo a Parigi per la prima visita ufficiale di un capo di Stato dell'isola in Francia, desiderosa di approfittare delle opportunità che si aprono a Cuba con la normalizzazione dei rapporti con gli Usa.

Al centro degli incontri ci sarà quindi la "diplomazia economica" e la volontà di costruire un rapporto di fiducia su questo fronte, appoggiandosi anche sull'accordo trovato il 12 dicembre scorso tra Cuba e il Club di Parigi per la ristrutturazione di 16 miliardi di dollari di debito su cui L'Avana aveva dichiarato default nel 1996. Un accordo in cui la Francia ha proposto di tramutare la maggior parte del suo credito, 360 milioni di euro, in progetti di sviluppo in territorio cubano con la partecipazione di aziende francesi.

L'incontro di oggi tra François Hollande e Castro dovrebbe permettere, secondo quanto anticipa Le Monde, di stilare una roadmap per questo piano, a partire dall'istallazione di un'antenna dell'Agenzia francese per lo sviluppo a L'Avana.

Tra i settori che dovrebbero essere coinvolti nei futuri progetti ci sono le infrastrutture, i trasporti pubblici e la raccolta e gestione di rifiuti urbani, con il concorso di aziende come il gestore ferroviario Sncf, che avrebbe già lanciato un esame preliminare delle ferrovie esistenti sull'isola, o il gruppo petrolifero Total, pronto a fornire catrame e asfalto per le strade.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS