Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si chiama Queen Elizabeth la nuova portaerei che la Gran Bretagna ha costruito in Scozia. La regina Elisabetta ha partecipato oggi alla cerimonia di varo nei cantieri di Rosyth, dando il suo nome alla gigantesca nave da 65mila tonnellate che entrerà in servizio nel 2020.

Si tratta della imbarcazione più grande mai costruita nella storia del Regno Unito. Alla cerimonia hanno preso parte il premier britannico David Cameron e il primo ministro scozzese Alex Salmond.

Come sottolinea la Bbc, si tratta di un evento anche dalle implicazioni politiche: la Scozia il 18 settembre voterà nel referendum sulla sua indipendenza dal Regno e l'evento di oggi è di sicuro un forte richiamo all'unità della Gran Bretagna. Fra le curiosità della cerimonia di varo, il fatto che la regina userà una bottiglia di whisky e non una di champagne.

l varo della nave arriva però dopo forti polemiche attorno a uno dei maggiori progetti militari britannici degli ultimi anni. I costi per realizzare la Queen Elizabeth e l'altra nave della stessa classe, la prince Of Wales da varare nel 2017, sono quasi raddoppiati, passando dagli iniziali 3,65 miliardi di sterline a 6,2 miliardi.

Altro problema è rappresentato dagli F-35 che dovranno essere imbarcati. Il ministero della Difesa di Londra ha dovuto cancellare in extremis un passaggio dei caccia americani previsto per la cerimonia di oggi dopo la decisione del Pentagono di lasciare gli aerei a terra a causa di un incendio su un velivolo in pista in una base in Florida. Resta inoltre l'incognita di quanti dei caccia criticati per i ripetuti problemi tecnici verranno imbarcati sulle nuove portaerei britanniche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS