Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Gruppo svizzero per le regioni di montagna (SAB) chiede al Consiglio federale misure accompagnatorie all'articolo costituzionale sulla limitazione delle residenze secondarie. Si tratta di sviluppare strategie che permettano di attenuare l'impatto per i circa 500 comuni interessati, scrive l'organizzazione in un comunicato odierno.

Concretamente la SAB auspica finanziamenti volti a ideare nuovi modelli per il turismo alpino. Il governo dovrebbe inoltre valutare la possibilità di creare una banca del turismo sul modello di quella che esiste in Austria dal 1947, specificatamente pensata per il finanziamento del settore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS