Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La frode sui motori di Renault "non esiste". "Gli azionisti e i dipendenti possono stare tranquilli". Lo ha detto il ministro dell'ambiente francese Ségolène Royal.

Nella vicenda Renault è stato osservato "uno sforamento delle norme" sul CO2 e l'ossido di azoto ma "nessuna frode", ha detto Royal, ministra francese responsabile dell'Ambiente e dei Trasporti.

Per Royal, le analisi condotte sui motori Renault e su altri due costruttori stranieri non rivelano l'esistenza di un "software illegale" per truccare le emissioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS