Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PRAGA - In testa, nelle elezioni in Repubblica ceca, risultano essere i socialdemocratici (Cssd) che però non avrebbero una maggioranza per governare, a differenza dello schieramento di centrodestra che invece avrebbe i numeri per dare vita a una coalizione di governo. È quanto emerge da nuove proiezioni dopo il 61% dei voti scrutinati.
I socialdemocratici sono indicati al 23,3% e i conservatori dell'Ods (Civici Democratici) al 19,2%. Da questi dati sono però escluse ancora le grandi città, come Praga e Brno.
Stando alle proiezioni, il nuovo partito conservatore Top 09 dell'ex ministro degli esteri Karel Schwarzenberg è al 15,3% e l'altro nuovo partito Affari Pubblici (VV, centro) al 10.9%. I comunisti (Kcsm) sono indicati al 12%.
Assieme i tre partiti di centrodestra arriverebbero al 45,5%. In seggi, dei 200 in tutto, il Cssd ne avrebbe 59, l'Ods 51, Top 09 39, VV 23 e Kscm 28. Lo schieramento di centrodestra nel suo insieme disporrebbe pertanto di una maggioranza di 113 seggi, contro gli 87 di quello di sinistra.
Secondo rilevamenti dell'istituto Sc+C, i giovani avrebbero votato a destra e gli anziani a sinistra: i giovani fra i 18 e 21 anni che hanno espresso per la prima volta il loro voto lo hanno fatto prediligendo in primis Top 09 (29%), poi Ods (18%) e da ultimo Vv (15%). Per i socialdemocratici avrebbe votato il 9% dei giovani.

SDA-ATS