Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Repubblica ceca potrebbe mandare circa 100 soldati alla Nato, per rafforzare la presenza dell'Alleanza nei paesi dell'Est. Lo ha detto domenica il ministro della Difesa Martin Stropnicky.

Secondo il ministro, i militari cechi dovrebbero partire per la missione nel secondo semestre del 2016.

In reazione all'intervento russo nell'Ucraina, la Nato ha deciso l'anno scorso di rafforzare la difesa della sua ala orientale, creando una nuova formazione di pronta reazione così come sei quartier generali in Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Romania. Provvedimenti che serviranno all'ampliamento delle forze di reazione rapida, alla pianificazione della difesa e al coordinamento delle esercitazioni. La formazione sarà composta da 5000 soldati.

Secondo le autorità ceche, l'obiettivo della presenza militare nell'est europeo non è minacciare militarmente la Russia, ma dimostrare prontezza nel reagire "in caso di eventi imprevedibili" e servire da "fattore di contenimento" per la Russia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS