Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Repower ha chiuso l'esercizio 2014 con una perdita netta di 33 milioni di franchi, contro i -152 milioni del 2013. I ricavi della società elettrica grigionese sono calati rispetto all'anno prima del 3,9%, a 2,27 miliardi.

In una nota diramata oggi, Repower parla di "un altro anno di esercizio oltremodo difficile e caratterizzato da prezzi estremamente bassi dell'energia". Mancano inoltre segnali di una ripresa di tali prezzi almeno a medio termine, aggiunge la società con sede a Poschiavo. Essa rileva che questi effetti, cui si aggiunge la persistente debolezza dell'euro, si sono ripercossi sul risultato operativo Ebit, che ammonta a 26 milioni di franchi e al netto delle voci straordinarie si attesta a 39 milioni.

Sul risultato dell'esercizio 2014 - scrive Repower - hanno pesato gli accantonamenti per contratti a lungo termine per un importo di circa 6 milioni di franchi, le differenze di conversione valutaria collegate alla dismissione di società controllate (-8 milioni di franchi) e voci straordinarie minori (in totale circa -4 milioni di franchi).

Nella riunione del 27 marzo scorso il Consiglio d'amministrazione ha deciso di chiedere all'Assemblea generale di rinunciare alla distribuzione del dividendo.

Nel 2013 Repower aveva registrato una perdita netta di 152 milioni, "quale conseguenza di svalutazioni a carico di progetti, impianti e contratti d'acquisto a lungo termine" per un importo complessivo di 232 milioni. Senza questi effetti eccezionali, l'esercizio 2013 avrebbe invece chiuso con un utile di 33 milioni. Nel 2013 Repower aveva conseguito ricavi per un totale di 2,4 miliardi di franchi. A seguito delle rettifiche di valore l'azienda aveva presentato una perdita operativa Ebit di 150 milioni. Al netto delle svalutazioni l'Ebit si era attestato a 74 milioni di franchi.

Al capitolo prospettive, Repower prevede una situazione del mercato ancora "impegnativa a medio termine" e non vede ancora segnali di ripresa. "Allo stato attuale delle cose" si aspetta dunque per il 2015 un risultato operativo inferiore a quello del 2014, al netto di fattori straordinari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS