Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Repower ha registrato una perdita netta di 108 milioni di franchi nel primo semestre di quest'anno contro un utile di 4 milioni nello stesso periodo del 2014.

L'azienda elettrica grigionese ha risentito del calo dei prezzi dell'energia e dell'abbandono della soglia minima di cambio franco/euro, indica un comunicato odierno di Repower. e l'euro.

Il gruppo aveva emesso un avvertimento sui risultati all'inizio del mese di agosto. I ricavi complessivi hanno segnato un calo del 23% rispetto al primo semestre del 2014 a 922 milioni di franchi. L'Ebit si è attestato a -34 milioni rispetto a un utile di 32 milioni un anno prima.

"Le conseguenze negative dei prezzi bassi e la difficile situazione dei cambi si sono ulteriormente aggravate", ha indicato il Ceo di Repower, Kurt Bobst, citato nel comunicato. "Repower, un'azienda fortemente esposta sul mercato, è stata particolarmente colpita da questi effetti", ha precisato.

Repower non prevede una ripresa dei prezzi dell'energia elettrica a breve e medio termine. Sebbene recentemente il franco svizzero si sia leggermente indebolito rispetto all'euro, la situazione dei cambi è destinata a rimanere difficile. Allo stato attuale il risultato operativo 2015 prima di interessi e imposte (Ebit), al netto di fattori straordinari, si manterrà almeno del 50% al di sotto dei valori dell'anno precedente, sempre al netto di fattori straordinari. Repower prevede inoltre una perdita netta "decisamente superiore" rispetto al 2014.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS