Navigation

Residenze secondarie: Vaud lascia comuni liberi fino a fine anno

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 maggio 2012 - 13:28
(Keystone-ATS)

I comuni vodesi sono liberi di accordare permessi di costruzione per residenze secondarie fino alla fine del 2012. È la posizione del canton Vaud dopo la votazione sull'iniziativa dell'ecologista Franz Weber, che chiede di limitare il numero di questi alloggi al 20% del totale.

Il Consiglio di Stato ha inviato una lettera ai responsabili comunali, ha indicato oggi all'ats Jean-Marc Udriot, sindaco di Leysin, confermando un'informazione di vari media. "Il cantone rispetta l'autonomia comunale", ma raccomanda molta attenzione per ogni caso quando la soglia del 20% è superata, aggiunge.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?