Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli azionisti di Credit Suisse riuniti all'Hallenstadion di Zurigo

KEYSTONE/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

Azionisti più critici nei confronti delle remunerazioni dei manager: è la tendenza che si è delineata nelle recenti assemblee generali, secondo uno studio della società di consulenza zurighese Hostettler & Company: il tasso di approvazione è sceso di 3 punti all'85%.

Il malessere degli azionisti, relativamente ai salari dei vertici aziendali, si è manifestato in particolare in occasione delle votazioni a carattere consultivo. Stando allo studio tre società non sono riuscite a strappare l'approvazione degli azionisti dall'inizio dell'anno: si tratta di Georg Fischer, GAM e Lifewatch.

Il tasso di accettazione è inoltre precipitato al 58% per Credit Suisse, al 59% per ABB e al 60% per Novartis. Implenia ha raccolto consensi nella misura del 75%.

L'indice di gradimento è leggermente sceso anche in occasione di votazioni a carattere vincolante: rispetto allo scorso anno si è contratto di un punto al 91%. Stabile al 93%, invece, l'approvazione dei compensi destinati ai componenti dei vari consigli di amministrazione. La società di consulenza ha esaminato in totale 242 società quotate in borsa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS