Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il PPD intende opporre all'iniziativa popolare contro le retribuzioni abusive dei manager un controprogetto diretto, che si avvicini maggiormente alla proposta lanciata nell'autunno 2006 dall'imprenditore di Sciaffusa Thomas Minder.
Per i democristiani tale iniziativa - che rischia di mettere a repentaglio migliaia di impieghi - rischia infatti di superare lo scoglio elettorale.
IL PPD, ha dichiarato stamane ai media il presidente Christophe Darbellay, vuole dare una riposta alle attese legittime del popolo, scandalizzato per gli eccessi commessi da un pugno di giocolieri dell'economia. Egli ha ammesso che la proposta del PPD giunge un po' tardi, "ma meglio tardi che mai".
Il rischio che l'iniziativa - avversata dalle associazioni economiche - venga approvata in votazione è infatti concreto, ha spiegato il consigliere nazionale vallesano, "in particolare se pensiamo ai bonus indecenti che il settore finanziario intende concedersi". Le proposte populiste fanno presa sull'elettorato, ha rincarato il consigliere nazionale Norbert Hochreutener (BE).
Il Nazionale si pronuncerà sull'iniziativa durante la sessione primaverile. La sua commissione degli affari giuridici, con 10 voti contro 9 e 7 astenuti, ha raccomandato il "sì", rinunciando nel contempo a un controprogetto indiretto e prendendo in contropiede il Consiglio degli Stati e il Consiglio federale, che si sono pronunciati in senso opposto.
Per evitare che la Camera confermi la posizione della commissione, il PPD intende trasmettere un controprogetto diretto alla stessa, in vista della riunione della settimana prossima.
Secondo Pirmin Bischof (SO), il controprogetto indiretto sostenuto dagli Stati e dal governo mediante una modifica del diritto della società anonima è troppo complesso. Benché la proposta dei democristiani non sia ancora stata redatta, essa dovrebbe accordare agli azionisti di una SA il diritto di pronunciarsi sulle remunerazioni globali del Cda. Ogni anno, i soci dovrebbero anche approvare i salari della direzione.
Il PPD propone anche di limitare a 3 anni la durata del mandato di un membro del Cda, con la possibilità di ridurlo a un anno. Il controprogetto diretto non affronta invece il problema dei cosiddetti "paracadute dorati", ossia le indennità di partenza, che l'iniziativa Minder vorrebbe invece abolire.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS