Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Consiglio federale ha licenziato oggi il messaggio sulla revisione della protezione dei depositi bancari. Le misure urgenti introdotte nel 2008, che scadranno a fine 2010, verranno così ancorate nella legge.
Provvedimento principale: l'innalzamento a 100 mila franchi - da 30 mila - del tetto massimo a protezione degli averi dei risparmiatori vittime del fallimento di una banca.
Oltre all'aumento dei depositi protetti, le nuove misure comprendono l'obbligo per le banche di tenere a disposizione in permanenza il 125 per cento dei crediti concessi sul mercato svizzero o di altri attivi situati in Svizzera.
Oltre al pagamento immediato, più generoso che in precedenza, dei depositi garantiti con la liquidità della banca in difficoltà, la revisione legislativa protegge maggiormente i depositi collocati presso fondazioni di previdenza.

SDA-ATS