Tutte le notizie in breve

Nel pomeriggio si sapranno i risultati (foto d'archivio)

Keystone/ALESSANDRO DELLA VALLE

(sda-ats)

Terminerà oggi pomeriggio la suspense sulla terza riforma delle imprese. È uno dei temi in votazione oggi insieme alla naturalizzazione agevolata degli stranieri della terza generazione e al Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato (Fostra) .

A giudicare dai sondaggi, ci vorrà del tempo per conoscere l'esito della RI imprese III. Infatti i sì e i no sono dati testa a testa.

Il progetto mira ad abolire gli statuti fiscali speciali accordati alle multinazionali. Devono essere sostituiti da nuovi sgravi fiscali a vantaggio di tutte le imprese. Consiglio federale, destra e cantoni sostengono la riforma. Ritengono in particolare che in gioco vi siano migliaia di posti di lavoro e miliardi di entrate fiscali.

La sinistra, che ha potuto contare sul sostegno di alcune città e comuni, ha combattuto la riforma. Ritiene che il Parlamento abbia trasformato il progetto in un pacchetto di regali fiscali ad azionisti e multinazionali. La popolazione, in particolare la classe media, pagherebbe alla fine la fattura.

Gli svizzeri sono invitati ad esprimersi anche sulla naturalizzazione agevolata degli stranieri della terza generazione. In caso di approvazione, i nipoti di immigrati, se adempiono a certi criteri, dovranno affrontare meno ostacoli per ottenere il passaporto rosso crociato.

Per i partigiani del progetto, si tratta di un segno di riconoscimento verso quelle persone che sono già ben integrate. I sondaggi sono favorevoli, ma ci vorrà anche la maggioranza dei cantoni. Gli oppositori, UDC in testa, temono una svendita del passaporto e hanno avviato una campagna con un manifesto che mostra una donna che porta un niqab.

Ci vorrà la doppia maggioranza di popolo e cantoni anche per il terzo tema in votazione che, secondo i sondaggi, dovrebbe superare la prova delle urne. Dotato di tre miliardi di franchi all'anno, il Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato mira a eliminare le code in autostrada e a rendere più fluido il traffico in città.

Sostenuto dal Consiglio federale e dalla destra, il progetto suscita l'opposizione di principio di una parte della sinistra e dei Verdi.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve