Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I miliziani separatisti ucraini stanno preparando "una seconda controffensiva" nel sud-est dell'Ucraina. Lo ha dichiarato il nuovo premier dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, Aleksandr Zakharcenko, citato dall'agenzia Ria Novosti.

I separatisti sostengono inoltre di aver catturato oltre 100 militari ucraini appartenenti ai reparti rimasti circondati vicino al villaggio di Starobesheve.

Il leader dei ribelli ha inoltre fatto sapere che "l'esercito ucraino ha lasciato" sul campo di battaglia "un sacco di materiale, munizioni e un bel po' di trofei", tra cui "40 mezzi militari" che sarebbero finiti nelle mani dei miliziani "nelle ultime 24 ore"

Frattanto, però, lo stesso Zakharcenko sarebbe sfuggito ad un attentato. Un colpo di arma da fuoco è stato sparato contro l'auto su cui viaggiava, ha comunicato l'agenzia Interfax, citando Serghiei Kavtaradze, un membro del Consiglio di sicurezza dei ribelli di Donetsk.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS