Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Folla stamattina ai funerali della ricercatrice torinese ventinovenne uccisa a Ginevra lunedì sera. Circa 700 persone le hanno dato l'addio nella chiesa di San Giacomo Apostolo a La Loggia (Torino), dove la giovane abitava fino a due anni fa.

Numerosi coloro che sono rimasti sul sagrato antistante l'edificio di culto.

"Valentina - ha detto Don Luigi Vitrotti, il parroco che ha officiato la cerimonia funebre - è una santa che non resterà nel calendario". Un invito al perdono è stato inviato, con una lettera, dal parroco titolare della parrocchia Don Ruggero Marini, che è in convalescenza in Liguria.

La salma della ragazza era arrivata ieri sera, dopo il nulla osta delle autorità ginevrine che intanto continuano a cercare il presunto assassino, un uomo di origine africana con cui la giovane in passato avrebbe avuto una relazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS