Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Richemont nel terzo trimestre dell'esercizio 2009-2010, chiuso alla fine di dicembre, ha fatto segnare una crescita del fatturato del 2% rispetto allo stesso periodo di un anno prima. Le vendite sono risultate pari a 1,585 miliardi di euro (2,34 miliardi di franchi). Nei primi nove mesi il fatturato si è però contratto del 9%, a 3,964 miliardi di euro.
Tenendo conto degli effetti del cambio, l'aumento delle vendite dei mesi ottobre-dicembre si situa al 7%, ha indicato oggi il gruppo ginevrino attivo nel lusso in un comunicato. In un contesto economico delicato il risultato è benvenuto, anche se la sua portata va relativizzata dato che nello stesso periodo 2008 l'attività era stata particolarmente debole.
Ancora una volta la crescita è stata particolarmente sostenuta nella regione Asia-Pacifico, dove il fatturato è cresciuto di un quarto (a 492 milioni di euro) e persino del 34% a tassi di cambio costanti. In tutte le altre regioni il fatturato è diminuito: in Europa del 4% a 656 milioni di euro e in Giappone del 12% a 191 milioni.
In America, malgrado un -2% a 246 milioni, la situazione è nettamente migliorata. A tassi di cambio costanti il fatturato è progredito dell'8%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS