Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Richemont, il gruppo ginevrino attivo nel settore del lusso, prevede di eliminare fino a 350 posti di lavoro in Svizzera. Un piano di assestamento delle capacità produttive è allo studio per far fronte alla forte valutazione del franco e al calo del turismo in Europa.

La notizia, rivelata dal giornale Le Temps, è stata confermata oggi all'ats da una persone del servizio di comunicazione della multinazionale con sede a Bellevue (GE).

Richemont, molto presente in Svizzera nel settore orologiero, non fornisce ulteriori dettagli, sottolineando che la ristrutturazione è ancora nella fase di studio.

Secondo una nota interna dell'azienda, citata da Le Temps, "per limitare al massimo la riduzione degli effettivi saranno proposte misure di accompagnamento e di riclassificazione all'interno di diverse entità del gruppo".

Secondo Le Temps, Richemont ritiene che il taglio occupazionale sia la sola risposta possibile alla situazione attuale del mercato orologiero, definito "difficile", al netto apprezzamento del franco e al rallentamento "significativo" del turismo in Europa dopo gli attentati di Parigi del 13 novembre 2015.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS