Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sempre più svizzeri acquistano una pistola, una fucile o un'altra arma per uso personale. Le richieste di permessi d'acquisto nel 2015 sono infatti aumentate del 20% rispetto allo scorso anno.

L'incremento più elevato è stato osservato nel Canton Vaud, dove le domande sono passate da 2427 a oltre 4200, indica un'anticipazione del programma "10vor10" della radiotelevisione svizzero-tedesca SRF che si è basata sui dati di 12 cantoni. Secondo il portavoce della polizia vodese Pierre-Olivier Gaudard, l'incremento si spiega con il clima generale di insicurezza e una crescente paura di ladri.

Il direttore del Centro svizzero di prevenzione della criminalità (CSPC) Martin Boess mette però in guardia: "avere una pistola in casa per sentirsi più sicuri è una pessima idea". "Se ci sono più armi in circolazione, aumenta anche il rischio per la popolazione. Lo dimostrano le esperienze provenienti dagli Stati Uniti", sostiene Boess.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS