Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oltre 200 persone si sono riunite oggi nella chiesa del paesino bernese di Wald per ricordare la conferenza internazionale socialista di Zimmerwald.

Questa si tenne dal 5 all'8 settembre 1915, alla presenza degli allora alti dirigenti socialisti europei, tra cui Lenin e Trotsky, impegnati nella ricerca di una posizione comune di fronte alla Grande guerra.

Nella località bernese che oggi conta 1200 abitanti e che è passata alla storia per quell'incontro di un secolo fa, sono intervenuti tra gli altri il presidente del Partito socialista svizzero (PS) Christian Levrat e il politico tedesco della sinistra radicale (Die Linke) Gregor Gysi, insieme alla consigliera di Stato bernese Barbara Egger (PS), al sindaco di Wald, Fritz Brönnimann e a Monika Wicki, presidente della Fondazione Robert Grimm. L'ente ha preso il nome da colui che guidò la delegazione elvetica alla conferenza, in compagnia di Charles Naine, Fritz Platten e Ernest Graber.

Al termine di tre giorni di accese discussioni, la conferenza di Zimmerwald adottò un documento del rivoluzionario sovietico Leon Trotsky, bolscevico della prima ora e protagonista della Rivoluzione d'Ottobre del 1918. Nel documento si parlava di "pace senza annessioni territoriali".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS