Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Riehen (BS), Muri presso Berna, Chiasso e Zollikon (ZH) sono le città più "vecchie" della Svizzera: un quarto degli abitanti è in età di pensione.

I comuni con meno pensionati sono invece Gland (VD), Spreitenbach (AG), Plan-les-Ouates (GE), Opfikon (ZH) e Bussigny (VD), con un tasso di circa il 10%.

L'Ufficio federale di statistica prevede che nel 2030 un quarto della popolazione abbia oltre 64 anni. A Riehen il tasso è già del 26,8%, a Muri del 26,3%, a Chiasso del 25,4% e a Zollikon del 24,9%, riferisce oggi l'Unione delle città svizzere.

In 46 delle 167 città o comuni urbani almeno il 20% degli abitanti ha superato i 64 anni. Nelle grandi città il tasso è diminuito, mentre è cresciuto in quelle di taglia più piccola.

Secondo la "Statistica delle città svizzere 2015", a Riehen, Chêne-Bougeries (GE), Zollikon e Chiasso il 9% delle persone che vi risiedono ha superato i 79 anni, a fronte di una media nazionale del 4,9%.

Complessivamente dall'1,4% all' 1,7% delle persone di oltre 64 anni lavorano ancora a tempo pieno; il 4,5% lo fa a tempo parziale.

Il tasso di stranieri in età di pensione è del 10,6%, nettamente meno della quota di immigrati di qualsiasi età, che raggiunge quasi il 25%.

Nelle case per anziani e in altri istituti medico-sociali, l'8% degli ospiti ha meno di 70 anni, il 15% tra i 70 e i 79 anni, ed il 77% ha oltre 80 anni.

Con l'aumentare dell'età cresce anche la proporzione di donne: sotto i 70 anni è meno della metà, mentre oltre gli 80 anni è di circa tre quarti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS