Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il progetto del Consiglio federale di riforma dell'AVS 2020 deve essere completamente rivisto. È l'opinione dell'Unione svizzera delle arti e mestieri (Usam) che propone al governo, in una lettera aperta, un modello alternativo che poggia interamente sull'innalzamento scaglionato dell'età di pensionamento.

Con il suo approccio, l'esecutivo tenta semplicemente di aggirare il freno all'indebitamento, uno strumento che ha fatto in modo che la Svizzera diventasse uno dei paesi più competitivi al mondo, ha affermato oggi in conferenza stampa a Berna il consigliere nazionale Jean-François Rime (UDC/FR), presidente dell'Usam.

Nella bozza presentata in giugno - denominata "Previdenza per la vecchiaia 2020" - il capo del Dipartimento federale dell'interno (DFI) Alain Berset propone di far capo a un innalzamento dei contributi e dell'IVA, ha ricordato Hans-Ulrich Bigler, direttore dell'Usam. Di fronte a risparmi (da realizzare tra l'altro con l'innalzamento dell'età di pensionamento delle donne) di circa un miliardo di franchi, il governo conta di incassare entrate supplementari dell'ordine di 9,5 miliardi.

Se le finanze dell'AVS dovessero peggiorare, entrerebbe allora in vigore una clausola che prevede un ulteriore aumento dei contributi da parte dei datori di lavoro e dei salariati, portando le entrate supplementari a toccare addirittura i 12 miliardi. "Si tratta di una cifra semplicemente inaccettabile", che l'economia non sarebbe in grado di sopportare, ha fatto notare Bigler.

L'Usam chiede pertanto al Consiglio federale non solo di rivedere l'intero progetto, ma di prendere in considerazione le proposte contenute in una mozione depositata lo scorso mese di giugno dal consigliere nazionale Thomas de Courten (UDC/BL). Secondo quest'ultimo, "l'unica maniera applicabile e sostenibile di risanare l'AVS consiste nell'innalzare l'età di pensionamento".

In base ai conti annui dell'AVS e a seconda delle prospettive finanziarie più attuali, il Consiglio federale valuterebbe se, e in che misura, l'età del pensionamento debba essere adeguata, ha precisato de Courten, ipotizzando una decisione che potrebbe avvenire con un anticipo di due anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS