Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La riforma fiscale ecologica sarà probabilmente messa in consultazione dal Consiglio federale in marzo. La ha dichiarato la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf in un'intervista pubblicata oggi dall'"Argauer Zeitung" nella quale fornisce dati diversi rispetto a quelli comunicati dal governo appena due settimane fa.

La tassa sul CO2 sui combustibili dovrebbe essere mantenuta e aumentata periodicamente. Per i carburanti sono allo studio due variati, con o senza tasse. A seconda del modello, l'aggravio entro il 2030 potrebbe essere di 44-89 centesimi per litro di olio da riscaldamento e di 26 centesimi per litro di benzina, afferma Widmer-Schlumpf.

Verrebbe anche introdotta una tassa sull'elettricità che non dovrebbe superare i 5 centesimi per chilowattora. La tassazione delle energie rinnovabili deve invece ancora essere discussa dal Consiglio federale, ha detto la ministra delle finanze sulle colonne del foglio argoviese. Lo scopo, ha aggiunto, è ridurre i consumi.

Durante la conferenza stampa del Consiglio federale contro l'iniziativa dei Verdi liberali che chiede di sostituire l'IVA con una tassa sull'energia, il governo, facendo riferimento alla riforma fiscale ecologica, aveva presentato dati diversi. L'aumento per la nafta era di 35-55 centesimi al litro, per la benzina di 30.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS