Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La riforma della Legge federale sulla previdenza professionale (LPP) causerà un aumento dei costi del secondo pilastro e un incremento della burocrazia, affermano i partiti e le associazioni che si sono espresse durante la procedura di consultazione. Il Consiglio federale è pertanto invitato a modificare e semplificare il progetto.

L'esecutivo auspica maggiore severità in materia di governo d'impresa (governance) e trasparenza. Il progetto prevede pure l'instaurazione di una vigilanza diretta delle casse pensione a livello cantonale, invece che da parte della Confederazione. Dal 2012 l'alta sorveglianza dovrebbe inoltre essere assicurata da una commissione indipendente dotata di un segretariato di professionisti.

Ed è proprio quest'ultimo punto a far discutere: per il PLR sarebbe necessario assumere almeno 26 persone ciò che comporterebbe costi per 7,2 milioni di franchi. Decisamente troppi secondo il partito. La sinistra ritiene inoltre che sarà difficile trovare persone che siano sia indipendenti che esperte. Da parte sua il PPD teme che la legislazione diventi troppo complessa. L'UDC respinge invece interamente il progetto nella sua forma attuale e chiede che sia rielaborato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS