Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Hawa Aden Mohamed, fondatrice e direttrice del Centro educativo per la Pace e lo Sviluppo di Galkayo (Gecpd), che opera nel Puntland, nella Somalia nord-orientale è la vincitrice dell'edizione 2012 del premio Nansen per i Rifugiati.

Lo rende noto l'Alto Commissariato delle Nazioni unite per i Rifugiati (Unhcr), riferendo le motivazioni del premio assegnato a 'Mama Hawa', come tutti la chiamano: un riconoscimento "per la sua azione umanitaria eccezionale e instancabile, fonte di ispirazione per molti altri, in favore delle ragazze e delle donne somale rifugiate e sfollate, azione che svolge in situazioni incredibilmente difficili ed impegnative in un paese martoriato da decenni di violenze, conflitti e violazioni dei diritti umani".

L'Unhcr - si legge in una nota - istituì il Premio Nansen per i Rifugiati nel 1954 al fine di accrescere l'interesse per i rifugiati a livello mondiale e per tenere vivo lo spirito di Fridtjof Nansen, primo Alto Commissario per i Rifugiati all'epoca della Lega delle Nazioni. Ad oggi, il Comitato per il Premio Nansen per i Rifugiati ha assegnato 68 Medaglie Nansen ad individui, gruppi o organizzazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS