Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Rilasciata la secondina fuggita con il detenuto siriano evaso dalla prigione di Dietikon (foto archivio)

KEYSTONE/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

È stata rilasciata la secondina svizzera che lo scorso mese di febbraio era fuggita con un detenuto dalla prigione di Dietikon (ZH). Secondo le autorità zurighesi non sussiste pericolo di fuga e inquinamento delle prove.

Il Tribunale cantonale zurighese ha deciso ieri sera a sorpresa il rilascio della 32enne che è stata liberata oggi. I giudici hanno accolto la richiesta dell'avvocato della donna.

Era stata arrestata il 25 marzo a Romano di Lombardia (Bergamo) assieme al detenuto siriano con cui era fuggita. Sui due amanti pendeva un ordine di cattura internazionale, dopo l'evasione nella notte tra l'8 e il 9 febbraio dalla prigione di Dietikon (ZH), dove il siriano scontava una pena di quattro anni di carcere per stupro.

In un video-messaggio pubblicato qualche giorno prima dell'arresto da 20minuten.ch, la donna aveva dichiarato che la sua è stata una fuga d'amore con "l'uomo della mia vita". Secondo quanto hanno affermato i carabinieri, al momento dell'arresto i due erano in procinto di partire per il Medio Oriente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS