Navigation

Ringier e Axel Springer uniscono attività in Europa orientale

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 marzo 2010 - 07:56
(Keystone-ATS)

ZURIGO - I gruppi mediatici svizzero Ringier e tedesco Axel Springer intendono unificare le loro attività in Europa orientale creando una nuova società con sede a Zurigo. La joint venture deve ancora ottenere il nulla osta delle autorità garanti della concorrenza.
Se l'operazione andrà in porto, la città sulla Limmat ospiterà un gruppo con un organico di 4800 persone, un fatturato di 601 milioni di franchi e un utile di 89. Stando ad un comunicato diffuso da Ringier e Axel Springer la scorsa notte, la nuova società costituirebbe uno dei gruppi mediatici di punta nell'est europeo.
I due gruppi disporranno ciascuno del 50% del capitale della nuova nata, in cui confluiranno le attuali attività delle due entità in Europa orientale. L'entrata in borsa della futura entità è prevista entro tre-cinque anni.
Il consiglio di amministrazione sarà presieduto da Ralph Büchi, attuale presidente di Axel Springer International, e sara composto di due rappresentanti per ciascuno dei due gruppi elvetico e tedesco. La direzione sarà assunta da Florian Fels, attuale Ceo di Ringier Central Europe.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?