Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Risalgono in modo deciso gli utili delle banche britanniche, dimostrando la ripresa del settore finanziario d'Oltremanica, ma torna ad alimentarsi la polemica sui maxi-bonus dei banchieri.

Secondo quanto riporta il Sunday Telegraph, il sistema bancario britannico chiuderà il 2010 con oltre 24 miliardi di sterline di utili (circa 35 miliardi di franchi), con una crescita del 13% (circa 2,5 miliardi di sterline) rispetto al 2009. A guidare le fila, Barclays e Hsbc che insieme potrebbero riportare utili sopra i 15 miliardi di sterline, mentre Lloyds Banking, partecipata al 41% dallo stato, dovrebbe riportare utili sopra il miliardo di sterline.

E puntualmente si torna a parlare delle ricompense dei banchieri: secondo il Sunday Times, la statale Royal Bank Of Scotland starebbe lavorando ad un progetto che potrebbe impedire al suo amministratore delegato, Stephen Hester, di ricevere in futuro bonus in contanti, che verrebbero quindi 'limitatì alla corresponsione di azioni o stock options.

Tutto questo mentre, sempre secondo il Sunday Times, si prepara un pacchetto azionario da 9 miliardi di sterline per il co-amministratore delegato di Goldman Sachs, Michael Sherwood, che otterrebbe così il più alto bonus fra i banchieri britannici nel 2010

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS