Navigation

Risparmio-alloggio: "senatori" ribadisconono a due iniziative

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 settembre 2011 - 10:05
(Keystone-ATS)

Continua in Parlamento la lotta sulla defiscalizzazione del risparmio per l'alloggio. Il Consiglio degli Stati ha ribadito oggi la sua opposizione a due iniziative popolari volte a incoraggiare l'accesso alla proprietà attraverso deduzioni fiscali.

Durante il dibattito, tuttavia, diversi "senatori" hanno raccomandato di allinearsi al Nazionale e votare "sì" all'iniziativa dell'Associazione svizzeri dei proprietari fondiari (HEV). Il testo, denominato "Accesso alla proprietà grazie al risparmio per l'alloggio", prevede una deduzione massima di 10'000 franchi annui a persona e 20'000 franchi per una coppia sposata.

Il liberale radicale ticinese Dick Marty ha invitato i suoi colleghi a essere coerenti e a respingere entrambe le iniziative, sottolineando come tutti i cantoni, salvo Basilea Campagna, sono contrari. Inoltre, "l'iniziativa dei proprietari fondiari non aiuterà coloro che ne avrebbero davvero bisogno", ha aggiunto Marty sostenuto dalla ministra delle finanze Eveline Widmer-Schlumpf.

Alla fine, dopo una votazione risicata (17 a 16), gli Stati hanno confermato il loro "no" all'iniziativa.

Anche la seconda iniziativa sul risparmio per l'alloggio, ispirata ad un modello in vigore a Basilea Campagna ed elaborata dalla Camera di commercio di questo cantone, è stata affossata tacitamente dai "senatori". Essa vorrebbe spostare il limite per le deduzioni a 15'000 franchi e prevede agevolazioni per migliorare l'efficienza energetica delle abitazioni. I cantoni sarebbero liberi di introdurla o meno.

Divisioni

Il dossier ritorna quindi al Nazionale. Indipendentemente dalla decisione finale delle due Camere, il popolo si esprimerà sulle due iniziative che dividono il Parlamento sin dall'inizio.

La destra vorrebbe favorire l'accesso alla proprietà e vede nelle iniziative uno strumento efficace per riuscirvi. Il popolo non ha però finora sostenuto il risparmio per l'alloggio. Nel 1999, ha respinto un'iniziativa popolare e nel 2004 ha bocciato un progetto in tal senso inserito nel pacchetto fiscale. Solo il cantone di Basilea Campagna privilegia un modello volto ad incoraggiare l'acquisto di un nuovo alloggio tramite deduzioni fiscali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?