Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Popolo e cantoni saranno chiamati a pronunciarsi sull'abbandono dell'energia nucleare. L'iniziativa popolare dei Verdi, che esige che la durata di sfruttamento delle centrali non superi i 45 anni, è formalmente riuscita. Delle 108'227 firme depositate a metà novembre, 107'533 sono valide, annuncia oggi la Cancelleria federale.

L'iniziativa "Per un abbandono pianificato dell'energia nucleare" chiede che la Svizzera cessi di produrre corrente proveniente dalla fissione dell'atomo nel 2029, in concomitanza con lo spegnimento dell'ultima centrale messa in funzione, ossia quella di Leibstadt (AG). Le altre quattro centrali entrate in funzione in precedenza, verrebbero poste fuori servizio prima.

L'iniziativa sollecita parallelamente risparmi energetici e l'incremento della produzione di energie rinnovabili. Era stata lanciata all'indomani dell'incidente nucleare di Fukushima, in Giappone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS