Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Roche ha realizzato nel 2012 un utile netto di 9,77 miliardi di franchi, il 2% in più del'anno precedente. Il giro d'affari è salito del 7% a 45,50 miliardi. Stando a una nota odierna del gruppo farmaceutico basilese alla crescita del fatturato hanno contribuito anche l'indebolimento del franco rispetto al dollaro e allo yen: in valute locali, infatti, l'incremento è solo del 4%.

A spingere la crescita sono stati in particolare medicinali contro il cancro come l'Avastin e la domanda nel settore dei laboratori clinici.

Nella divisione Pharma le vendite sono progredite del 7% a 35,23 miliardi di franchi. La domanda è stata particolarmente sostenuta negli Stati Uniti, in Cina, in Brasile e in Russia. La divisione Diagnostics ha registrato un incremento del 5% a 10,27 miliardi; i mercati più dinamici sono stati Asia-Pacifico, America latina e Giappone.

Del buon risultato trarranno profitto anche gli azionisti: il dividendo sarà aumentato dell'8%. Secondo il colosso farmaceutico si tratta del 26esimo incremento consecutivo. Per il 2013 Roche prospetta una crescita allo stesso ritmo dell'anno passato a tassi di cambio costanti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS