Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Roche ha registrato una flessione dell'utile netto nel primo semestre, sceso del 17% a 4,37 miliardi di franchi. A livello operativo ed esclusi i fattori straordinari, il risultato è salito del 5% rispetto allo stesso periodo del 2011 a 8,64 miliardi di franchi. Il giro d'affari è cresciuto del 3% a 22,42 miliardi.

A tassi di cambio costanti le vendite del gruppo farmaceutico segnano un aumento del 4%, il risultato operativo del 7%. In un comunicato odierno, la società spiega il calo del risultato con i costi legati alla chiusura della sede di Nutley, negli Stati Uniti, pari a 858 milioni di franchi. La decisione comporterà la soppressione di 1000 posti di lavoro.

Inoltre, i settori "Applied Science" e "Diabetes Care" sono stati ristrutturati. La chiusura del sito americano e le misure decise per accrescere la produttività di tali due comparti dovrebbero tradursi in economie annue di 370 milioni di franchi. Esse andranno in gran parte a beneficio dei preparati in fase avanzata, indica il gigante basilese.

L'utile per titolo, esclusi i fattori straordinari e a tassi di cambio costanti, è salito dell'8% a 6,94 franchi, un dato leggermente superiore alle attese degli analisti interrogati dall'agenzia Reuters.

I vertici hanno confermato oggi le previsioni sull'intero esercizio. Il giro d'affari della divisione farmaceutica dovrebbe crescere a un tasso a una cifra, nella forchetta medio-bassa, quello della divisione diagnostica dovrebbe progredire più della media del mercato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS