Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente dell'Iran, Hassan Rohani (foto d'archivio).

KEYSTONE/EPA/ABEDIN TAHERKENAREH

(sda-ats)

Quello tra il presidente Usa Donald Trump e alcuni capi di Stato arabi in Arabia Saudita è stato "uno show senza valore politico, ripetuto più volte". Lo ha detto il presidente dell'Iran, Hassan Rohani, nella conferenza stampa dopo la rielezione alla guida del Paese.

"Il problema del terrorismo - ha detto - non si risolve tenendo riunioni e versando denaro nelle tasche delle superpotenze"."Certamente - ha aggiunto - gli Usa non sarebbero disposti a scambiare le vittime degli attacchi dell'11 settembre con i soldi che si ricevono dalla vendita di armi".

Rohani ha quindi ribadito che "i sauditi dovrebbero sapere che il terrorismo è una grande minaccia per la regione e per il mondo e non c'è altra scelta se non la moderazione", aggiungendo che il suo governo "ha annunciato sin dall'inizio che è a favore di un mondo libero dalla violenza e dall'estremismo" e che questo messaggio "è totalmente chiaro al mondo".

Con riferimento quindi alla politica di Trump, il presidente iraniano ha detto che "l'epoca delle interferenze negli affari di altri Paesi, intraprendere guerre e finanziare il terrorismo è finita", invitando tutti a "combattere il terrorismo, perché l'unica via da percorrere".

"L'Iran ha sempre favorito buoni legami con i Paesi regionali e internazionali", ha continuato Rohani rimarcando che "il terrorismo è attualmente sulla via dell'eradicazione, anche se c'è ancora molto da fare" e per questo ha rivolto nuovamente un appello "alla cooperazione e al consenso unanime alla lotta contro il terrorismo". In tal senso il presidente ha detto che "l'Iran svolge un ruolo cruciale nella lotta al terrorismo e nell'assicurare la sicurezza e la stabilità regionale e continuerà a farlo durante il prossimo governo".

"L'Iran non ha mai tentato di avere armi nucleari", ha detto Rohani, rispondendo alle parole del suo omologo americano Donald Trump. "L'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) - ha continuato - ha verificato in diverse occasioni la natura pacifica del programma nucleare iraniano".

Alla conferenza stampa, oltre a tutti i componenti del governo, era presente anche il capo dell'Organizzazione iraniana per l'energia atomica (Aeoi), Ali Akhbar Salehi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS