Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Romania è in corso la seconda giornata di voto nel referendum che mira a emendare la costituzione per rendere praticamente impossibili le nozze gay. Analogamente a ieri, le urne si sono aperte alle 7 locali e chiuderanno alle 21 (6-20 svizzere).

Per la validità del referendum è necessaria una affluenza di almeno il 30%, ma ieri la partecipazione si è fermata ad appena il 5,72%. L'ultimo dato di oggi si riferisce alle 10 locali con una affluenza ancora bassa al 7,24%.

Indetto su iniziativa di gruppi ultraconservatori omofobi e appoggiato fortemente dalla Chiesa ortodossa romena, il referendum ha l'obiettivo di emendare la costituzione definendo esplicitamente il matrimonio una 'unione tra un uomo e una donna', e non più una 'unione tra coniugi', la definizione attualmente vigente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS