Navigation

Romney: leggi sulle armi non avrebbero evitato strage nel cinema

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2012 - 07:45
(Keystone-ATS)

Norme più rigide sul porto d'armi non avrebbero evitato la strage nel cinema di Aurora. Lo afferma il candidato repubblicano Mitt Romney in un'intervista all'emittente Cnbc.

"Credo fermamente nel Secondo Emendamento e non ritengo che nuove leggi possano fare la differenza in questo genere di tragedia" mette in evidenza Romney. "Leggi molto severe esistono ad Aurora" ma "la nostra sfida non sono le leggi ma le persone che commettono cose impensabili, inimmaginabili e inspiegabili".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?